Banino Bianco Igt Collina del Milanese 2017

Siamo sulle colline milanesi, in una delle zone più vocate di San Colombano al Lambro, in mezzo della Pianura Padana, a circa 40 chilometri da Milano. Zona vitivinicola poco conosciuta anche tra gli appassionati, che mi piacerebbe approfondire.

Il Banino Bianco Igt Collina del Milanese dell'azienda agricola Antonio Panigada è 40% riesling italico e renano, 30% sauvignon e 30% chardonnay.

Affinato sui propri lieviti, è vinificato completamente in cemento, scelta che valorizza e aiuta a conservare la mineralità del vino.

Alla vista si presenta di colore giallo paglierino carico, con riflessi verdognoli.

Al naso è fruttato, erbaceo con note agrumate mature di pompelmo, mandarino e mela verde.

In bocca il sorso è beverino, fresco e fruttato con una bellissima mineralità. Il finale è sapido, da far titillare le papille al primo sorso, poi la bocca si abitua e ne chiede ancora. Abbastanza persistente soprattutto per la sapidità.

Questo vino viene prodotto in piccole quantità (circa 6000 bottiglie) e ogni bottiglia è numerata.

Antonio Panigada inoltre aderisce alla Fivi (Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti) e come dichiara in etichetta è un “Viticoltore indipendente, 100% uve proprie”.

Il rapporto qualità/prezzo è entusiasmante: 9 € in enoteca.

Io l'ho bevuto come aperitivo, come sempre quando non conosco un vino, ma lo abbinerei volentieri a un secondo di pesce, tipo orata al forno, ma anche ad una torta salata.

Banino Bianco Igt Collina del Milanese 2017
Banino Bianco Igt Collina del Milanese 2017