Vensamè Ancestrale Santa Lucia

La mia passione per le bollicine non conosce confini e sono sempre alla ricerca di sperimentazioni.

L'esperienza ha dimostrato che i vitigni più adatti a produrre bollicine con il Metodo Classico sono pinot nero e chardonnay. Solo in Champagne si usa anche il pinot meunier.

Vengono usati con buoni risultati anche altri vitigni, ad esempio il pinot bianco, il pinot grigio e il riesling. Il verdicchio nelle Marche e l'inzolia in Sicilia.

Poi, ogni tanto, qualcuno sperimenta strade nuove.

A Mercato Saraceno, nel cuore della Romagna rurale e selvatica, l'azienda Santa Lucia, molto attenta all'ambiente e al territorio, produce questo Metodo Ancestrale con uve 100% Sangiovese.

La fermentazione spontanea è effettuata grazie ai lieviti indigeni, ed è seguita dalla rifermentazione in bottiglia senza sboccatura, con una permanenza sui propri lieviti di circa 9 mesi.

Il colore è rosa buccia di cipolla, molto acceso, impenetrabile per via della mancata filtrazione. I profumi sono intensi, di piccoli frutti rossi.

Il gusto è particolare, decisamente inaspettato: fresco, leggermente sapido, con un retrogusto che mi rocorda le erbe balsamiche.

Come aperitivo, con tartine vegetariane è perfetto.